Check in perfetto in 3 step (e più tempo per te)!

cartello di benvenuto per il check-in

Il check in è una vera e propria arte, e sapere come fare un check in coi fiocchi non è per niente banale.

Non solo perché comporta organizzare la tua struttura in modo impeccabile in modo che tutto fili liscio, ma soprattutto perché comporta il coinvolgimento di un elemento basilare per la tua attività extra alberghiera: il cliente.

Quante volte ti sei trovato a dover gestire la tua emotività durante il check in, a causa della stanchezza e a dover incanalare anche l’emotività del tuo cliente affaticato dal viaggio o nervoso per il traffico?

Non è un lavoro facile e spesso ci sono milioni di aspetti e dettagli che devi tenere sotto controllo.

Ti capisco, non sai quante volte anche io mi sono sentito esasperato dalla situazione, sull’orlo di una crisi di nervi.

Eppure nel tempo ho imparato a mettere in atto alcune piccole accortezze, che, se ben applicate, mi consentono di fare un check in perfetto anche dopo giornate allucinanti e con il peggiore dei clienti!

Te le scrivo qui, non serve che le applichi tutte alla lettera, ma può essere uno spunto interessante per migliorare la qualità del servizio e, soprattutto, la qualità del tuo lavoro!!!

1. Cura il tuo aspetto.
Ed ecco la ragione: non solo perché è la prima impressione quella che conta e il cliente ti vede un po’ come “lo specchio” della tua struttura. Anche perché sentirsi a posto significa aumentare la sicurezza in se stessi e ci rende più professionali e autorevoli agli occhi dei clienti.

2. Sorridenti è meglio.
Oltre all’abbigliamento, è anche molto importante essere fresco e sorridente. A volte capita di pensare: “caspita, ho fatto tutto bene… Ma questo cliente proprio non mi digerisce”. Anche la persona più professionale, se non comunica con il sorriso, non riuscirà a trasmettere il messaggio. Essere sorridente, disponibile, con lo sguardo illuminato sono la chiave per fare buona impressione.

3. Automatizza le procedure.
È un aspetto essenziale che ti cambierà la vita, perché vedrai finalmente dilatarsi il tempo che hai a disposizione. Se vuoi sapere quali procedure sono davvero un “salvatempo”, trovi nel blog gli articoli specifici per questo argomento: Procedura Pulizie (https://www.viverediturismo.it/pulizie-e-procedure-facciamo-piazza-pulita/), Procedura Check in (https://www.viverediturismo.it/fai-un-check-al-tuo-check-in/).

Cosa farai con questo tempo in più che sei finalmente riuscito a liberare?

Io ti do un consiglio spassionato, basato sulla mia esperienza personale:
prenditi cura della tua salute fisica, prenditi le tue pause e rispetta degli orari stabiliti, proprio come i tuoi collaboratori.

Stare chiuso nella struttura 24/24 ore non aiuta a diminuire le cose da fare, ma solo ad aumentare l’ansia e a perdere di vista l’obiettivo.

Dedica del tempo a te stesso, alla tua famiglia, alle tue passioni e dormi abbastanza per dare il massimo al tuo cliente e ai tuoi collaboratori.

È questo l’unico modo per trasformarti da gestore a imprenditore e aumentare la tua produttività e la redditività della tua struttura.

Prenota adesso il tuo posto in aula, ne sono rimasti davvero pochissimi e stanno andando a ruba.

Allora, sei dei nostri?

Prenota il tuo posto.