Come funziona Airbnb? Tutti i segreti per utilizzare la famosa piattaforma on line

airbnb_come_funziona_vivere_di_turismo

Come funziona Airbnb? Tutti i segreti per utilizzare la famosa piattaforma on line

I dati ufficiali del Ministero dei Beni Culturali riguardo al periodo Giugno-Settembre 2017 rilevano che sono 15 milioni le presenze tra giugno e agosto di chi ha prenotato attraverso Airbnb, con un aumento del 20% anno su anno nel periodo agosto 2016 – agosto 2017. Un incremento sostenuto non solo dal turismo straniero ma anche da quello nazionale.

Questi numeri dimostrano che se sei in cerca di visibilità, prenotazioni e hai voglia di crescere, allora imparare ad utilizzare efficacemente questo portale di prenotazione costituisce un vantaggio concreto per la tua azienda.

Airbnb è facile da utilizzare che tu sia un utente in cerca di una struttura, oppure che tu sia un gestore (in gergo Host) che vuole pubblicare un annuncio e pubblicizzare il suo servizio.

Per farlo devi seguire questi semplici step.

1. Iscriviti al servizio. Dovrai compilare un Form dove inserire tutte le informazioni del profilo utente. Una volta registrato, clicca sulla voce Diventa un host che trovi collocata in alto. A questo punto hai due scelte:

Puoi offrire un alloggio. In questo caso dovrai scrivere nel modulo che ti viene proposto tutte le informazioni relative alla tua struttura: tipo di alloggio (appartamento, casa, bed & breakfast ecc.) e tipo di stanza (casa intera, privata o condivisa) offerte, numero massimo di persone che puoi ospitare, città in cui ti trovi.
Segui il percorso della procedura e fornisci tutte le informazioni richieste: numero di letti e bagni disponibili, indirizzo esatto dell’abitazione, servizi offerti (es. TV, Internet, aria condizionata), prezzi, ecc.

Puoi offrire un’esperienza. Puoi decidere di “vendere” sul portale anche un’esperienza da condividere con i turisti. Per poterla pubblicizzare su Airbnb è necessario inviarla nero su bianco attraverso il form specifico e attendere che il team del portale ti contatti. Una volta approvata la tua idea, potrai iniziare a pubblicare gli annunci su quell’esperienza e raccogliere le prenotazioni.

2. Crea un annuncio a regola d’arte. Descrivi in maniera convincente (ma al 100% realistica) l’appartamento, la stanza o l’esperienza che offri. Devi tenere costantemente aggiornato il calendario con le date disponibili e devi pubblicare tante belle foto (se ne possono inserire fino a 24). Se vuoi qualche “dritta” su come creare un annuncio su Airbnb consulta l’articolo del blog che parla proprio di questo argomento.

TU: Ma quanto mi costa?

La pubblicazione dell’annuncio relativo all’alloggio è gratis. Il pagamento delle commissioni scatta al momento in cui viene effettuata una prenotazione e oscilla tra il 3% e il 5% dell’importo lordo a seconda dei termini di cancellazione che hai selezionato.

Per “l’esperienza” Airbnb trattiene il 20% del prezzo che hai proposto.

Adesso che sai come funziona Airbnb puoi utilizzarlo per ottenere più visibilità e prenotazioni per la tua struttura.

Non dimenticarti però di mettere in campo anche altre strategie di promozione della tua attività, per essere sempre più indipendente dalle commissioni onerose dei portali di intermediazione. Per saperne di più puoi leggere l’articolo del blog che parla proprio di questo argomento.

Se vuoi altri consigli da chi ha usato i portali come Airbnb prima di te e vuoi conoscere le esperienze e le opinioni di altri gestori, iscriviti al gruppo facebook di Vivere di Turismo, cliccando qui.

Ci vediamo di là.