Whatsapp business: la nuova frontiera per il turismo

whatsapp_business_vivere_di_turismo

Restare al passo con le novità in campo tecnologico è un must nel settore turistico e l’ultima riguarda WhatsApp, la famosa app di messaggistica istantanea.

Da poche settimane infatti WhatsApp ha annunciato i suoi piani per una nuova applicazione pensata per le piccole imprese.

Non si può negare che questo strumento già adesso venga utilizzato per comunicare in modo più veloce con i clienti.

Sicuramente avere la possibilità di un profilo “ufficiale” e verificato aumenti il valore di questa prassi già consolidata e, per il cliente, è una garanzia di credibilità.

L’ulteriore buona notizia è che per le piccole imprese l’applicazione sia scaricabile gratuitamente. La comunicazione ufficiale di Whatsapp parla di «[…] soluzioni per inviare ai clienti notifiche utili, come ad esempio gli orari di un volo, conferme di avvenuta consegna, o altri aggiornamenti».

Ecco in pochi punti come funzionerà il sistema.

1. Creare un profilo Verificato.

L’app ti permetterà di crearti un profilo aziendale verificato, comprensivo di tutti i dati utili che riguardano la tua struttura, come indirizzo, orari, descrizione. Gli account business verificati avranno un badge verde accanto al nome.

2. Le conversazioni con le imprese saranno criptate, il tuo numero di telefono, quindi, non comparirà mai (pur non essendo in memoria).

Questo potrebbe permettere a WhatsApp di creare un motore di ricerca per imprese, con magari risultati sponsorizzati.

3. I messaggi della tua azienda appariranno tra l’elenco chat del ricevente in giallo, in modo da rendersi immediatamente distinguibili dalle altre.

4. Per contattare un ospite è comunque sempre necessario farsi contattare dall’utente prima di poter rispondere con un messaggio organico o sponsorizzato, a tutela di chi non vuole ricevere “messaggi indesiderati”.

Immagina i vantaggi per il settore extra alberghiero.

• Comunicazione veloce e informale.
Un requisito fondamentale per un settore come il nostro, che si distingue dalla concorrenza alberghiera proprio per la “familiarità” e il rapporto “amichevole” con i clienti.

• Risoluzione e prevenzione dei problemi.
Piccoli contrattempi dell’ultimo minuto, all’ordine del giorno nella nostra professione, potranno essere gestiti con semplicità e senza aumentare il carico di lavoro: penso al cambio di orario del check-in, alla richiesta di informazioni, alle prenotazioni per ristoranti o visite museali.

• Un altro canale di prenotazioni dirette.
Visto in prospettiva la App diventerà sicuramente anche un ulteriore canale per ottenere prenotazioni dirette e l’acquisto di servizi ancillari (se non sai di cosa si tratta leggi l’articolo del blog che parla proprio di questi), attraverso le offerte personalizzate ai clienti.

Per un settore come quello turistico è davvero una dinamica di marketing rivoluzionaria che può avere enormi vantaggi in termini di redditività.

Chi mi ha avvertito di questa novità?

Un collega della nostra Community Facebook Vivere di Turismo: ci sono più di 1800 gestori extra alberghieri con i quali puoi confrontarti, che utilizzano strumenti tecnologici per promuovere le loro strutture e gestire le situazioni che incontrano ogni giorno.

Iscriviti ora alla Community di Vivere di Turismo e prendi spunto dai loro consigli.